Balbo, Storia Ditalia, Carlomagno, Carolingi, Rarita

Valore stimato —83.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

BALBO CESARE

 

 

 

 

IL REGNO DI CARLOMAGNO IN ITALIA

 E SCRITTI STORICI MINORI

 

 

Firenze, Felice Le Monnier, 1862

 

Cm.18,5, pp.452, bross. Edit.

 

 

E’ il libro terzo della Storia d’Italia di Cesare Balbo, parte dell’ambizioso progetto di dettare una storia d’Italia completa e  particolareggiata. Il fine è quello di descrivere l’aspetto dei singoli fatti, e l’analisi di essi è condotta in modo da far conoscere non solo le ragioni degli eventi passati, ma anche i fondamenti del destino dell’ Italia e delle sue speranze future. Ma dell’opera incominciata con tale proposito inizialmente lo storico pubblicò solo i primi due volumi, che descrivevano la condizione dell’Italia sotto la dominazione dei Goti e dei Longobardi.

Questa parte invece contiene la storia dei Carolingi;si parte dal governo di CARLOMAGNO, dalle sue imprese in Italia, alle riduzioni di BENEVENTO e BAVIERA, dei papi LEONE, ADRIANO, degli imperatori IRENE e COSTANTINO, di VENEZIA, della legislazione e della divisione degli STATI sotto Carlo Imperatore d’Occidente, dello Stato Civile degli Italiani nei diversi  Stati della Penisola;

 

citati:  BERENGARIO I, BERENGARIO II, ARDUINO, ARRIGO IL SANTO, CORRADO IL SALICO, ARRIGO III, ARRIGO IV, ILDEBRANDO TEODORICO, ROLANDO, GREGORIO, COLONIA, PARMA, UGO CANDIDO, CAMALDOLI, RIALTO, TRIVIGI, ERACLEA, TIONVILLA, …..

 

Gli scritti minori che si pubblicano in questo volume sono i seguenti :

 

-Discorso inedito sulla storia d’italia da Carlomagno a Ildebrando;

-Vita di gregorio VII (narrazione dall’invasione dei barbari al 1085);

-una lettera a Vieusseux: Dell’utilità presente di una storia generale d’italia;

-Cenni di argomenti di storia italiana, temi VI proposti all’Accademia delle Scienze di Torino nell’anno 1838;

-Studi da farsi sulla storia d’Italia (lavori inediti);

-Notice sur l’histoire et les historiens des Etats de la maison de Savoie.

 

Si nota chiaramente dal piano dell’opera che il suo grande interesse risiede nel fatto che la narrazione non riguarda solo il gloriosissimo fondatore della dinastia, ma all’importanza degli eventi , alla grandezza del protagonista, al progresso fatto nella scienza e nell’arte storica è dovuto che questa parte la terza sia superiore di pregi alle due che furono pubblicate per prime, e che perciò meglio raffiguri il disegno del grandioso edificio che Cesare Balbo avrebbe voluto innalzare alla patria.

 

 

OSSERVATE LE ALTRE MIE ASTE!


Creato da Turbo Lister
Sono vietate riproduzioni non autorizzate.